Ricerca per autore :

11 opere per I.S.R.E.

I.S.R.E.

L’Istituto Superiore Regionale Etnografico è stato istituito con la legge della Regione Sarda n. 26 del 5.7.1972; ha sede a Nuoro e si propone principalmente: a) di promuovere lo studio della vita dell'Isola nelle sue trasformazioni, nelle sue manifestazioni tradizionali e nelle relazioni storicamente intrattenute con i popoli dell'area mediterranea; b) di raccogliere la documentazione idonea alla conservazione, allo studio, alla divulgazione delle attività produttive, della vita popolare della Sardegna e del suo patrimonio etnografico. L’ente porta avanti la propria missione istituzionale attraverso un’articolata serie di attività che si esplicano fondamentalmente nei seguenti settori: - gestione e cura del Museo regionale della Vita e delle Tradizioni popolari sarde, che rappresenta il maggiore istituto museale dell’isola in campo demoetnoantropologico e del Museo Deleddiano, nella casa natale di Grazia Deledda; - consulenza e assistenza scientifiche alle amministrazioni locali nell’ambito delle iniziative museali di interesse etnografico distribuite sul territorio regionale; - realizzazione di mostre, prevalentemente sul territorio regionale sui temi di interesse istituzionale anche in collaborazione con altre istituzioni scientifiche e culturali; - gestione e cura della Biblioteca specializzata in ambito demoetnoantropologico, la cui consistenza è di circa 20.000 titoli e di diverse centinaia di riviste scientifiche italiane a straniere; - Cineteca e Archivio fotografico d’antropologia visuale (circa 1.000 film prodotti in campo internazionale e diverse migliaia di immagini di interesse storico); - attività di antropologia visuale: l’ente realizza una sistematica opera di documentazione audiovisiva principalmente incentrata sulla vita e cultura tradizionali della Sardegna sia attraverso il proprio personale sia mediante ricorso a incarichi esterni; ogni due anni tiene, inoltre la rassegna internazionale di film etnografici, manifestazione di consolidato prestigio in tutto il mondo; - attività di documentazione e ricerca condotta direttamente o mediante collaborazioni con le Università sarde, anche attraverso l’erogazione di borse di studio; coordinamento del progetto per il Catalogo regionale dei Beni culturali di interesse demoetnoantropologico; - attività editoriale volta prevalentemente a rendere fruibili i risultati degli studi e ricerche promossi dall’ente e a diffondere la conoscenza del proprio patrimonio museale.













Abbiamo 11 risultati in 1 pagine: [1 ]