Francesco Ciusa - Gli anni delle Biennali 1907 - 1928
autore: AA.VV
editore: Ilisso
anno: 2007
categoria: arte e architettura
lingua: Italiano
confezione: Brossura - Illustrato
peso: 840 g
prezzo: €  35.00
note: 96 pagine

" Cento anni fa, alla Biennale veneziana del 1907, lo scultore sardo Francesco Ciusa faceva il suo esordio con La madre dell'ucciso, gesso che venne accolto come una rivelazione dalla migliore critica dell'epoca, e al quale doveva rimanere legata quasi esclusivamente la sua fama al di fuori della terra d'origine. Mentre, infatti, in Sardegna Ciusa fu oggetto di un vero e proprio processo di mitizzazione che portò ad esaltarlo come il "primo artista dell'isola, nel contesto nazionale la sua fortuna critica doveva quasi subito appannarsi. Nonostante il percorso dello scultore continuasse ad essere ricco di importanti momenti creativi, e segnato da una costante presenza sulla scena espositiva per circa un ventennio, al brillante debutto fece seguito l'inizio di una parabola declinante, sulla quale pesò anche la decisione di continuare a risiedere in Sardegna." ( Dalla premessa di G. Altea e A.M. Montaldo)


Ti può interessare anche:
MARCO MILANESE
La chiesa di San Pancrazio a Suni

 
MARIA LUISA FRONGIA
Mario Delitala

 
LUCIA SIDDI - LUISA FIGARI
Sculture. La scultura in Sardegna dal Paleocristiano all'800

 
MARIA LAI
Al gigante lassù

 
MASSIMO RASSU
La Cavalleria del Tempio

 
GIULIANA ALTEA - NICO STRINGA
Fancello lo spazio della metamorfosi

 
SALVATORE NAITZA
Architettura dal tardo '600 al classicismo purista