La ribellione e la rivoluzione
autore: PIETRO MAURANDI
editore: Cuec
anno: 2008
categoria: storia
lingua: Italiano
confezione: Brossura
peso: 145 g
prezzo: €  9.00
note: Sardegna spagnola e piemontese
104 pagine

Le vicende del Seicento in Sardegna, che culminarono nell’uccisione del marchese di Laconi e del viceré Camarassa, e quelle del Settecento, che videro la lotta di Giovanni Maria Angioy, presentano un impressionante parallelismo, una evidente somiglianza delle piattaforme politiche e dei comportamenti dei principali protagonisti. Perciò i capi della ribellione del Seicento sono i predecessori di Angioy. Questa la tesi fondamentale del libro, che confronta l’andamento delle due vicende e sostiene che le lotte della Sardegna “spagnola” non furono né corporative né provinciali, ma - come quelle della Sardegna “piemontese” e con le ovvie differenze di contesto - pienamente partecipi delle idee e dei movimenti che percorrevano l’Europa. Mentre la Sardegna “piemontese” è ampiamente studiata e nota, la Sardegna “spagnola” è avvolta in una nebbia fitta, in cui ogni tanto vengono illuminati aspetti particolari. Alla luce della rivalutazione delle vicende del Seicento, si impone una rivisitazione delle inquietudini e delle lotte della Sardegna “spagnola”, affinché anche per essa “abbia termine il regno delle favole e incominci il regno della storia.”


Ti può interessare anche:
CORRADO ZEDDA
Il giudicato di Cagliari storia, società, evoluzione e crisi di un regno sardo

 
GIUSEPPE PULIGHEDDU
Giorgio Asproni. Nel nome della Rivoluzione

 
AA.VV
La Sardegna negli inserti del quotidiano Il Secolo, 1891-1902

 
GIORGIO SABA
Scusi, dov'è l'Ade?

 
Dello stesso Autore
PIETRO MAURANDI
Falsi e bugiardi

 
PIETRO MAURANDI
Breve storia del pensiero economico

 
PIETRO MAURANDI
Hombres y dinero

 
PIETRO MAURANDI
Giovanna. La regina ribelle