Sardegna criminale
autore: GIOVANNI FRANCESCO RICCI
editore: Newton compton
anno: 2012
categoria: aspetti e problemi della Sardegna
lingua: italiano
confezione: rilegato con sovraccoperta
peso: 850 g
prezzo: €  9.90
note:

 Dalla banda Di Bella a Graziano Mesina, dalla rivolta dei feudatari al sequestro Melis: trecento anni di omicidi, brigantaggio e rapimenti nell'isola più misteriosa del Mediterraneo

Prefazione di Manlio Brigaglia

Seconda edizione

formato 15,5x23

510 pagine

 

 

 


  Un viaggio lungo trecento anni nella storia criminale della Sardegna, ripercorso con meticolosità tra editti, “pregoni”, atti giudiziari e rapporti delle forze dell’ordine. Dal banditismo del periodo spagnolo ai provvedimenti di polizia imposti dai regnanti sabaudi, il brigantaggio sardo si presenta come una risposta alle precarie condizioni economiche in cui versa l’isola e dà corpo ai sogni irredentisti della popolazione. Un percorso doloroso scandito da tappe memorabili: l’ammutinamento della Gallura e la “Notte di San Bartolomeo”, il conflitto di Morgogliai e le disamistades di Aggius, Orgosolo e Sedilo. Il libro racconta il passaggio dalle “bardane” – gigantesche grassazioni che colpivano interi villaggi – alle grandi rapine stradali, con i nomi tristemente famosi degli orgolesi Liandru e Tandeddu. Ancora più tragiche le vicende che, nella seconda metà del Novecento, inaugurano la stagione dei rapimenti con l’Anonima sequestri e Graziano Mesina, l’Anonima gallurese, la Superanonima. Tra i rapiti molti appartengono al jet-set della Costa Smeralda, alcuni sono personaggi famosi come i cantanti Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi, o lo diventano, loro malgrado, come il piccolo Farouk Kassam. Si arriva alla contemporaneità affrontando i complessi intrecci tra malavita e politica, dando spazio alle stagioni del mas e di Barbagia Rossa: un’epopea infausta che ha prodotto decine di omicidi. Un’ininterrotta catena di lutti che, con la cattura degli ultimi grandi latitanti sardi – Giovanni Talanas e Pasquale Stochino su tutti – lascia spazio a un’importante annotazione: il persistere di un vincolo mai sciolto tra banditismo e mondo agropastorale. Un vincolo valido oggi come tre secoli fa


Ti può interessare anche:
ANDREA PRATO
Io piango, tu ridi.

 
ALESSIO MASALA
Almanacco del Cagliari Calcio 2010-2011

 
AA.VV
Progetto tessile

 
AA.VV
Crisi e mutamento

 
Dello stesso Autore
GIOVANNI FRANCESCO RICCI
La Sardegna dei sequestri

 
GIOVANNI FRANCESCO RICCI
Sardegna criminale

 
GIOVANNI FRANCESCO RICCI
Sardegna criminale

 
GIOVANNI FRANCESCO RICCI
La Sardegna dei sequestri